Articoli,  In viaggio con,  Pixar

In viaggio con Pixar: 5 ristoranti Parigini consigliati da Ratatouille.

Ogni appassionato di viaggi che si rispetti ha sognato, almeno una volta, di cenare in un affascinante ristorante parigino, magari affacciato lungo la Senna o con vista sulla città al tramonto. 

Ratatouille, con le splendide avventure di Remy e Linguini, ci ha dato l’opportunità di immaginare come possa essere provare ad assaggiare una gustosa ratatouille in uno di quei ristoranti dalle atmosfere così antiche e incantevoli. Ma a cosa si sono ispirati gli artisti Pixar per ricreare proprio quelle atmosfere tipiche della capitale francese?? 

ratatuille ristorante

Ebbene, come sempre accade in questi casi, gli artisti del team si sono recati in viaggio nella splendida Parigi e hanno girato cercando di catturare al meglio le sensazioni e le impressioni che poi sono state trasmesse nel film. Fra il vasto lavoro di ricerca da loro fatto, c’è stato anche quello (davvero poco faticoso bisogna dire) di provare vari ristoranti e caffè parigini tipici, alcuni dei quali anche molto antichi, con il chiaro intento di catturarne sensazioni e atmosfere. Ho fatto alcune ricerche e sono riuscita a scoprire ben 5 ristoranti da loro visitati, che ho deciso di riportarvi nell’articolo di oggi, nel caso vi dovesse venir voglia di fare un prossimo viaggio a Parigi! 

Preparate la pancia, la cucina francese ci aspetta! 

1 – Le Procope

Tra i luoghi visitati non poteva di certo mancare quello che è ritenuto, ad oggi, il più antico e prestigioso caffè di Parigi. Se vi trovate nella capitale francese non potete assolutamente farvi scappare l’occasione di visitarlo. 

Varcando le soglie di Le Procope, stando a quanto raccontato, vi sembrerà di fare un viaggio a ritroso nel tempo a quando questo celebre caffè era frequentato da intellettuali, scrittori e artisti del calibro di Voltaire, Moliere, Balzac, Rousseau e Diderot.

Le Procope oggi non è più un semplice caffè, ma un vero e proprio ristorante dove potete avere la possibilità di assaggiare molte specialità tipiche, come il coq au vin, il rognone di vitello con senape viola o il gelato artigianale. Questo antico Caffè è situato nel cuore del quartiere di Saint German des Prés e fu inaugurato, nell’ormai lontano 1686, dal migrante italiano di origine siciliana (Aci Trezza per la precisione) Francesco Procopio dei Coltelli. Al tempo, il caffè era una bevanda molto ricercata e dal sapore esotico e ciò che Monsieur Procopio offriva era proprio l’alta qualità dei suoi caffè, cosa che iniziò ad attirare sempre più gli intellettuali e la gente benestante del periodo. La sua fama crebbe nel tempo anche grazie alla vicinanza della Comédie Française, uno dei più celebri teatri Parigi. 

Tra lussuosi tappeti, pareti rosse e lampadari di cristallo, ancora oggi, nonostante sia stato totalmente rinnovato negli anni ’80 del ‘900, dà l’idea di come doveva essere secoli fa, quando è stato luogo di ritrovo di menti illustri. Durante il periodo illuminista, infatti, molti pensatori e filosofi usavano riunirsi qui in una sala privata; mentre durante la rivoluzione francese divenne luogo d’incontro delle voci più radicali della rivoluzione come ad esempio Robespierre. Infine, pare che anche Napoleone fosse solito frequentare questo caffè, tanto che quello che si dice essere un suo cappello è esposto in una vetrina all’entrata del caffè!

Insomma, gli artisti Pixar non potevano iniziare da luogo migliore e più noto per catturare le splendide atmosfere dei locali parigini! 

2 – La Tour d’Argent

La Tour D'argent - pixar ristoranti parigini Ratatuille
La Tour d’Argent – By Davequ at the English-language Wikipedia, CC BY-SA 3.0 – wikicommons

Se Le Procope è uno dei caffè più antichi di Parigi, il ristorante La Tour d’Argent non è di certo da meno, perché, secondo quanto raccontato sul loro sito ufficiale, pare che la sua storia inizi addirittura nel lontanissimo 1582!

È situato in una zona davvero strategica, con vista panoramica sulla Senna e sulla Cattedrale di Notre Dame e questo fa di lui un posto sicuramente da visitare (tenendo ovviamente presente che il vostro portafoglio ne uscirà un po’ alleggerito). La Tour d’Argent, infatti è un ristorante stellato Michelin e una delle specialità più famose preparate dal suo chef è le canard au sang, ossia l’anatra al sangue. 

Per quanto riguarda la sua lunga storia, pare che, sotto il regno di Enrico III, un certo Rourteau avesse deciso di aprire un’elegante locanda vicino lo Château de la Tournelle che, essendo costruito con una pietra dai riflessi argentei, diede il nome al locale che si chiama appunto La Tour D’Argent. Stando a quanto si racconta, la sua fama nel corso dei secoli è andata sempre più aumentando diventando il luogo prediletto per cene raffinate di nobili e reali. Da Enrico IV al Cardinale Richelieu, passando per conti, duchesse, imperatori e Zar di Russia, moltissimi importanti personaggi si sono trovati a passare e a cenare a La Tour d’Argent. Pare, inoltre, che fosse anche uno dei posti più amati e frequentati da Baudelaire. 

Il caffè, ad oggi, è di proprietà della famiglia Terrail che lo acquistò nel 1911. Nel corso del ‘900 è stato ristrutturato e ne è stata rivoluzionata la struttura che sovrasta la Senna e la cattedrale di Notre Dame. Nonostante ciò, ovviamente, si continuano a respirare le atmosfere affascinanti tipiche di luoghi come questi. Proprio per questo motivo, gli artisti Pixar non potevano fare a meno di ispirarvisi!! 

3 – I ristoranti di Helene Darroze

Helene Darroze è una delle chef più famose di Francia e d’Europa e pare che gli artisti Pixar si siano ispirati proprio a lei e alla sua storia per creare il personaggio di Colette in Ratatouille! 

Ad oggi, ha ben tre ristoranti, di cui due a Parigi, il Marsan e il Joia, e un terzo, il Connaught, a Londra. È stata, inoltre, premiata con ben 3 stelle Michelin. Per capire la storia dei suoi ristoranti, quelli parigini nello specifico, occorre conoscere la storia della sua vita. Nata a Mont de Marsan, nel sud-est della Francia, figlia di ristoratori, a 23 anni inizia a lavorare dal noto chef e imprenditore Alain Ducasse presso il suo ristorante Le Louis XV. Inizialmente, essendo laureata in economia, si occupa della parte amministrativa. Successivamente riesce a diventare l’assistente di Ducasse e capisce che la cucina è la sua vera passione. È così che nel 1999 riesce ad aprire il suo primo locale a Parigi e da allora la sua ascesa è stata continua: nel 2015 è stata scelta come giudice per l’edizione francese di Top Chef e nello stesso anno ha ricevuto il premio come Best Female Chef da parte del The World’S 50 Best Restaurants ed è stata insignita dell’onorificenza di cavaliere dell’Ordine nazionale della Legion d’onore, una delle onorificenze più prestigiose della Francia. Se vi trovate a Parigi, sicuramente fare un salto a uno dei suoi due locali può essere una tappa obbligata, soprattutto se pensate che è stata proprio lei a ispirare il personaggio di Colette!

4 -Taillevent

Il taillevent - pixar ristoranti parigini Ratatuille
Il Taillevent – By Chaica – Own work, CC BY-SA 3.0 – wikicommons

Il Taillevent è un altro noto e famoso ristorante stellato parigino fondato nel 1946 da André Vrinat. 

Il nome Taillevent è un omaggio ad un noto cuoco francese, Guillarme Tirel noto anche come, appunto, Taillevent, vissuto nel ‘300 e conosciuto per essere stato al servizio di numerosi importanti sovrani francesi come Filippo VI o Carlo V. È conosciuto anche per aver scritto un celebre manuale di cucina chiamato Le Viandier.  Nel corso della sua storia questo ristorante è riuscito ad aggiudicarsi ben 3 stelle Michelin e fra i suoi tavoli si possono assaggiare piatti classici della cucina francese a seconda della stagione in cui vi trovate a passare di lì.  È inoltre noto per avere una delle selezioni di vini più grandi al mondo, con oltre 2000 fra vini e liquori portati qui da tutto il globo. Se fate caso ai vini particolari che vengono bevuti in Ratatouille, vi renderete conto che visite a posti come questo possono aver aiutato molto nella creazione di tutti i piccoli dettagli che impreziosiscono il film. 

5 – Chez Michel

Un altro posto visitato dagli artisti Pixar è il bistrot Chez Michel, un luogo molto popolare, situato vicino la chiesa di Saint Vincent de Paul a due passi dalla Gare du Nord. Fu fondato nel 1939 dallo chef Michel Malapris e nel corso del tempo è passato in tre mani diverse fino ad arrivare, nel 2015, in quelle dello chef giapponese Masahiro Kawai detto “Masa”. La cucina principale è quasi esclusivamente francese, fatta eccezione che per alcuni piatti internazionali in omaggio ai maestri a cui Masahiro si è ispirato nel corso della sua formazione. 

Una ratatouille per Remy – il The French Laundry di Thomas Keller a Napa (California)

The French Laundry - pixar ristoranti parigini ratatuille
The French Laundry – By Peter Merholz – Flickr, CC BY-SA 2.0 – wikicommons

Ciò detto, siamo giunti al termine della nostra piccola carrellata di ristoranti e locali parigini a cui si sono ispirati gli artisti Pixar durante le ricerche per il film. Tuttavia merita una menzione il ristorante The French Laudry di Napa, in California, presso cui gli artisti si sono recati più volte durante la lavorazione di Ratatouille per concludere le proprie ricerche. È proprio qui, infatti, che sono stati ideati i piatti che poi sono stati inseriti all’interno del film, primo fra tutti la famosissima Ratatouille al forno che viene offerta ad Anton Ego e preparata per gli artisti da Thomas Keller, uno degli chef Americani più famosi e premiati al mondo, nonché chef del suddetto ristorante. Il suo locale, ad oggi, ha ben 3 stelle Michelin e numerosissimi altri riconoscimenti tanto da essere annoverato fra i 50 migliori ristoranti al mondo. 

Insomma, per Ratatouille i nostri carissimi artisti si sono ispirati davvero solo al meglio!

Vi è piaciuto l’articolo? Quale di questi posti sopra citati vi piacerebbe visitare? Raccontatecelo sui nostri canali social! 

Fonti:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: