Articoli,  In viaggio con,  Marvel

In viaggio con Marvel – Natale a New York con Yelena e Kate

Una delle attività che creano atmosfera natalizia è proprio quella di guardare con tutta la famiglia dei film a tema indossando maglioni rossi e verdi il più strambi possibili, esattamente come fa la famiglia Barton.

La serie “Hawkeye”, uscita lo scorso anno, sicuramente rientra nel novero delle serie a tema natalizio che uno riguarda volentieri ogni dicembre, poiché si ambienta a New York proprio in quel periodo.

Infatti la Grande Mela è nota in tutto il mondo per le luci, i colori e gli addobbi che la riempiono ogni Natale, probabilmente uno dei periodi migliori per andare a visitarla.

E proprio questo vuole fare Yelena Belova, che si è fatta una lista di posti da vedere e a cui Kate da qualche suggerimento.

Perciò, andiamo insieme alle nostre due eroine a scoprire i luoghi natalizi di New York che Yelena vorrebbe visitare.

Empire State Building

Uno dei simboli più famosi di New York è sicuramente l’Empire State Building che, con i suoi 443 metri, ad oggi è il secondo edificio più alto del mondo, ma ne ebbe il primato tra il 1931 e il 1967.

Innalzato al 350 della Fifth Avenue, la sua costruzione iniziò il 17 marzo 1930 e venne eretto a tempo di record, in soli 1 anno e 45 giorni e venne inaugurato l’1 maggio 1931. Il grattacielo è costruito in stile art decò, per un totale di 102 piani. Dall’ottantaseiesimo piano vi è una terrazza panoramica in cui si ha una vista a 360° sul paesaggio circostante e, nelle giornate particolarmente limpidi, con i binocoli si arrivano a vedere anche i confini degli stati circostanti: Massachusetts, Connecticut, New Jersey e Pennsylvania.

Altra caratteristica dell’Empire è la sua illuminazione, che cambia anche a seconda delle festività del calendario. In particolare, durante quelle natalizie, dall’8 dicembre al 7 gennaio, l’edificio viene illuminato di rosso e verde.

Sicuramente è una tappa immancabile nel giro progettato da Yelena.

Statua della Libertà

Certo la Statua della Libertà non ha bisogno di presentazioni, perché è il simbolo di New York e degli interi Stati Uniti. Si trova sulla Liberty Island, nella baia di Manhattan prima dell’ingresso al porto del fiume Hudson.

Inaugurata il 28 ottobre 1886 venne donata dalla Francia agli Stati Uniti per celebrare l’alleanza formatasi durante la Guerra di Indipendenza ed è opera di Frederic Auguste Bartholdi con l’aiuto di Alexandre Gustave Eiffel, sì, proprio quello dell’omonima Torre. È alta 93 m e al suo interno vi sono 354 gradini per poter raggiungere la sommità della sua corona.

Yelena in particolare è curiosa di vederla perché nell’UCM la statua ha subito diverse modifiche, prima di tutto le hanno aggiunto uno scudo con le fattezze di quello di Capitan America. Non si sa quando mai i lavori di costruzione andranno terminati però, dato che in “Spider-Man: No Way Home” viene quasi completamente distrutta.

L’albero del Rockfeller Center

L’attrazione più caratteristica del Natale di New York, immancabile in ogni film natalizio che si rispetti, è il celeberrimo Albero del Rockfeller Center e la pista di pattinaggio su ghiaccio sottostante conosciuta come The Rink.

Non a caso la grande scena di combattimento finale della serie si svolge proprio e lì e, proprio a quell’albero, Clint resta appeso per un po’ come una strana decorazione.

Il Rockfeller Center è un gruppo di 19 edifici commerciali sulla Fifth Avenue che, a partire dal 30 novembre, si riempie dello spirito del Natale.

La storia del suo famoso albero comincia nel dicembre del 1931 quando i lavoratori del Rockfeller misero insieme i soldi per erigere un albero con decorazioni fatte a mano. Dal 1933 decisero poi di renderla una tradizione annuale. Nel 1969 si aggiunsero, nel giardino sottostante, le sculture di Valerie Clearebout, tra cui il caratteristico angelo.

Nel 1999, per salutare l’arrivo del nuovo secolo, venne eretto l’albero più grande della storia del Rockfeller: misurava 30,48 metri e veniva da Killingworth, nel Connecticut. Infine dal 2004, la punta dell’albero è decorata con una stella di Swarovski.

L’albero illuminato è sicuramente la tappa imperdibile e più importante di qualsiasi giro natalizio di New York.

Hawkeye

High Line

Il primo consiglio che dà Kate a Yelena da aggiungere alla sua lista è la High Line, uno dei luoghi più innovativi, curiosi e belli di New York. La High Line è infatti un parco pubblico sorto su un’antica linea ferroviaria rialzata abbandonata. Si tratta di un progetto relativamente recente, perché è aperta nel 2009 e solo nel 2019 è stato aperto tutto il tratto ferroviario, per un totale di 2,33 chilometri di parco pubblico con più di 500 specie di alberi e piante.

L’idea di una linea rialzata per il trasporto merci ferroviario venne nel 1924, perché la linea normale aveva causato nella 10th Avenue più di 540 morti, tanto che aveva preso il nome di “Death Avenue” (strada della morte). Così la linea sopraelevata divenne funzionante nel 1934, ma negli anni ’70 cominciò la sua decadenza, finché non venne chiusa negli anni ’80. Si discusse a lungo se demolirla o riutilizzarla, fin quando, nel 1999, Joshua David e Robert Hammond non crearono l’associazione “Friends of the High Line” e cercarono idee per riqualificarla. Nacque così l’idea del parco pubblico che oggi è uno dei più caratteristici e belli di New York, l’ideale per una lunga passeggiata nel West Side della città.

Mercatino di Natale di Union Square

Infine, chiudiamo con un altro classico delle feste: il mercatino di Natale. Quello di Union Square in particolare, non è tanto -ino ed è uno dei più importanti di New York, quindi Kate non poteva che suggerire a Yelena di visitarlo.

Il mercatino è creato sul modello di quelli del Nord Europa e, con oltre 100 bancarelle, offre articoli artigianali di ogni sorta e cibi prelibati da ogni parte del mondo.

New York Natale Hawkeye - Union Square mercatini
Immagine da qui

Se l’articolo vi è piaciuto e avete visitato uno di questi posti, fatecelo sapere commentando sui nostri canali social!

Inoltre, se siete interessati a conoscere altri luoghi speciali di New York, potete scoprirli nei seguenti link: articolo 1, articolo 2, articolo 3

Fonti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: